• Ai singoli:

 

Il Counseling Filosofico prevede un numero massimo di 12-15 incontri, durante i quali la persona può ricercare assieme al counselor filosofico risposte e soluzioni a problematiche esistenziali (ad esempio: crisi, problemi lavorativi, impasse decisionali, difficoltà relazionali, depressione esistenziale, accettazione della sofferenza e/o della malattia, elaborazione del lutto, scarsa conoscenza di sè, etc) che lo attanagliano nell'hic et nunc. La relazione di aiuto che si instaura tra counselor e consultante è paritaria e di crescita reciproca, volta all'attivazione e al reperimento di risorse sopite nel soggetto richiedente l'intervento, all'autoconoscenza, alla chiarificazione della propria singola e personale visione del mondo su cui l'esistenza individuale si fonda.

 

 

  • Alle organizzazioni:

 

Ovunque ci siano persone, sorgono problematiche relative al rapporto che si ha con se stessi e con l'altro. Quelle che Umberto Galimberti definisce "microsocietà" (uffici, fabbriche, ospedali, scuole, aziende, etc) possono essere luogo di sofferenza e di difficoltà che rendono il vivere collettivo e individuale alienante, a volte privo di riconoscimento e fonte di misconoscimento/disconoscimento. Per questo il Counseling Filosofico può intervenire, con strumenti nuovi e alternativi rispetto a quelli della psicologia, per dirimere tali questioni, per ottenere un miglioramento della vita comunitaria e del singolo. L'uomo è un essere in relazione, non solo con gli altri, ma anche con se stesso; le situazioni dolorose derivano spesso da una discrepanza tra queste due componenti.

Le Pratiche Filosofiche (come il Dialogo Socratico o la Philosophy for Children/for Community, solo per citarne alcune) sono particolarmente indicate nei contesti di gruppo e organizzativi, in quanto costituiscono un'alternativa valida per proporre - ad esempio - una Formazione diversa ai lavoratori, a qualsiasi settore essi appartengano. Scuole, ospedali, cooperative sociali, banche, aziende possono cambiare volto, donare senso e significato all'agire individuale, ridefinire i propri fini mettendo al centro la Persona. L'Organizzazione Mondiale della Sanità definisce la salute come uno "stato di completo benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia". Ciò dimostra quanto sia importante nutrire l'anima delle persone. La Filosofia può farlo.

 

 

 

 

 

  

© 2015 by Annarita Dibenedetto. Proudly created with Wix.com

  • Twitter Clean
  • w-facebook

 

 

 

 

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now